Sororale

Bentornati a tutt*!
La Centraal Station del Miserabile Scrittore ricomincia con un’installazione testuale, immaginale e sonora estremamente privata ed esposta in pubblico. L’innesco è dovuto a un’idiosincrasia che vale la pena raccontare. Mi càpita di esplorare sensitivi e sciamani da anni. Vado per supposti operatori dalle facoltà che esorbitano le normali come potrei andare per funghi. Il tutto fa parte di un progetto che, prima o poi, si condenserà in un saggio. Tra centinaia di personalità esplorate, soltanto tre operatori sono degni di assoluta fede, nella totale inesplicabilità di ciò che hanno praticato efficacemente sul sottoscritto. Essi paiono “vedere”, non si sa come: forse mie proiezioni, forse oggettività della mia esistenza. Operano su di me, in certi casi, terapie che nessun protocollo medico moderno è stato in grado di raggiungere negli esiti. Tutti i tre sensitivi e, in aggiunta, una lettrice di linee della mano di provata fede, mi hanno indicato con certezza che la mia vita terrena si esaurirà, con doloroso decadimento fisico, prima dei 60 anni. A certe persone a me care, e a una in particolare, a cui è dedicata questa installazione, il fatto che io abbia riferito questo dato con sicura inelluttabilità ha creato una profonda sofferenza. E’ quindi per riparazione affettiva che è nata l’installazione Sororale, che potete esperire sul pc offline dopo avere scaricato il file eseguibile.
Le immagini sono di varia provenienza. Per la prima volta, il testo è incastonato nell’installazione stessa: non si tratta di frammenti da un testo scritto a parte. La musica è tratta da Remembranza di Murcof, su suggerimento di Blutarski.

Sororale: download del file .exe della slideshow [6.5M]