Montefoschi e Affinati: Malcolm Lowry

Quel vulcano di Lowry, anticamera dell’inferno
L’autodistruzione dello scrittore nel più famoso dei suoi romanzi
di GIORGIO MONTEFOSCHI
[dal “Corriere della Sera” – 23 ottobre 2007]

88-07-83011-6Mezzo secolo fa, nel giugno del 1957 – era nato in Inghilterra nel 1909 – dopo una breve vita distrutta dall’alcol, trascorsa in Messico, Europa e America, moriva, per un attacco dovuto all’etilismo, lo scrittore inglese Malcolm Lowry. È l’autore di uno dei più importanti romanzi del ‘900, Sotto il vulcano, nel quale si narra l’ultima giornata di un ex console britannico, Geoffrey Firmin – pure lui alcolizzato, abbandonato dalla moglie Yvonne – vera e propria controfigura dello scrittore. Al pari di altri romanzi che hanno per confine un arco limitato di tempo, anche Sotto il vulcano ha l’ambizione di proporsi come romanzo iniziatico, e di comprendere ogni aspetto dell’ esistenza umana: felicità e disperazione, oscurità dell’abisso e ordine luminoso delle costellazioni, amore e tradimento, abiezione e salvezza, distacco e ritorno, pietà e indifferenza, odio e perdono.
Continua a leggere “Montefoschi e Affinati: Malcolm Lowry”

Milo De Angelis: una poesia da SOMIGLIANZE e un videodocumentario. Con uno scritto di Eraldo Affinati

milo_de_angelis

Da Somiglianze (1976)
di MILO DE ANGELIS

Verso un luogo

Essere primi senza secondi
di sera, sulla neve, con lo sguardo
sempre più orizzontale in lontananza, non è mai
previsto ritornare
in questo condividere senza divisione, istante
immotivato:
innocente e infedele, perché lì non c’è
sosta e manca soltanto un passo
per giungere all’inizio.
Chiunque entri
verrà riconosciuto, con amore.

Continua a leggere “Milo De Angelis: una poesia da SOMIGLIANZE e un videodocumentario. Con uno scritto di Eraldo Affinati”