blog

May 08, 2015 at 05:36PM

I Camillas, come era chiaro a chiunque avesse buonsenso e un minimo di cielitudine nel colon e piombo fuso nelle caramelle, sono arte pura. Uno dice: c’è la crisi. Ecco, no: ci sarà pure la crisi, ma sempre c’è I Camillas. Sempre, ovunque, nella storia dell’uomo, quindi anche degli angeli e perciò anche in quella di quei masnadieri dei diavoletti, capitano I Camillas. Hanno partecipato all’incredibile programma del talent che è IGT Italia’s got talent e I Camillas ce l’hanno: sia il programma sia il talent. Incredibilmente, grazie al Frank Matano, creano il disdoro totale con una versione pazzescamente verace e sincera de “Il gioco della palla”, il cui testo è stato scritto da Franz Kafka e vincono la finale. Sono in finale insieme a dei bambini nudi e uno coi bicchieri e un altro con una sfera di vetro e poi c’era una proposta matrimoniale in diretta e altri suonavano velocissimi la chitarra. I Camillas quindi stanno vivendo e facendo vero “L’artista del digiuno” (non l’hai letto? E’ qui, leggilo!: ). Non è ancora disponibile l’XTalent Factor nel video dello ierisera, allora vi faccio questo: questa esecuzione semplicemente pazzesca di “Mi dài fastidio” (resistete, ne vale la pena: resistete: esistete), che va oltre i nichilismi, li sfonda, trova il cielo, in qualunque colon. I Camillas sono colonialisti della felicità invero. Buonanotte, bambini.

Annunci