blog

June 16, 2015 at 05:52PM


In anni e anni di cultura televisiva italiana e non italiana, e di cultura video fatta attraverso le reti, assicuro di non avere mai visto nulla di simile allo speciale di reportage trasmesso da “Piazzapulita”, la trasmissione di Corrado Formigli e di splendide inviate, che compiono un’opera a mio dire storica, proprio nel momento in cui non sembrerebbe esistere qualcosa che risponda al concetto “storia della tv”. Qui non siamo nemmeno nella tv: siamo nella storia. Le immagini di questi che mi vergogno di chiamare reportage, poiché la quasi totalità dei film e delle cosiddette opere scritte o suonate o cantate, che pretenderebbero di essere “artistiche”, non arriva nemmeno a sfiorare quello che si prova davanti a queste immagini, a questi montaggi, a queste carature dell’umana specie, a questi schiavismi oltre l’immaginabile, a questi cadaveri che si vedono ma davvero non riuscirete a vederli, a queste parole, a questi sguardi, a questo amore, a questa grettezza criminale, a questo ingegno del male, a questo sommovimento delle folate di genti e di vite, a queste lacrimazioni, a queste ingiustizie: a questo nazismo naturale dell’animale umano. Vorrei davvero fare i complimenti a Corrado Formigli e al suo straordinario staff: hanno davvero oltrepassato il muro del suono e delle immagini, ma anche del mio cuore. Se il nucleo del politico non è questo, io non so cosa sia. E’ lo strepitoso dell’orrore, è l’accordo della volontà e della disperazione contro il territorio desertificato dall’opera della volontà e della disperazione. E’ la mossa umana, che è sempre la mossa di apertura ed è altrettanto sempre l’ultima mossa.
Voi dovete vedere. La Rai non è stata in grado in decenni e decenni di arrivare a tanto e arrivare in questo modo. Io non credo affatto che emittenti americane abbiano fatto mai tanto. Voi siete umani soltanto se vedete queste immagini, ascoltate queste parole e questi suoni, ascoltate anche il battito cardiaco e l’anima si annidi ovunque in voi, tra voi e lo schermo, sfondandolo in entrambe le direzioni.
Signore, signori, la parola oggi di un’intellettuale pare abietta e inascoltabile, distrattamente obliterata dalla marcatura a carbone di qualche carattere a stampa ignorato dal chiunque o compromessa dallo sfrigolare dei pixel, che sono comunque la nostra mente. Però non sono il nostro cuore, i visceri sono altro. Io formulo a voi tutte e tutti un appello, accorato appunto: è una trasmissione che dura 1h40m. Lo so, oggi è tanto tempo, per voi. Secondo me ne va qui dell’eternità in terra: capirete chi siete, cosa siete. Il conato di vomito raggiungerà le cervella, avendo attraversato gli occhi, queste armi che la macchina umana ha adottato come canale preferenziale per inviare il suo messaggio devastante sulla superficie del pianeta dove si è impiantata.
Signore, signori: io vi supplico di guardare bene questa puntata di “Piazzapulita”, che si intitola “L’esodo”. Non potrò rimborsarvi del tempo che avrete speso: lo farà la vostra coscienza. Potete vedere il tutto in streaming su YouTube: https://www.youtube.com/watch?v=LqTG8cFwwSw

da Facebook http://on.fb.me/1dIkkAR

Annunci