Agamben: “Del gesto”

di GIORGIO AGAMBEN [da La potenza del pensiero, Neri Pozza, 2005] Kommerell, o del gesto La critica ha tre livelli, esemplificabili, se si vuole, in tre sfere concentriche: quello filologico-ermeneutico, quello fisiognomico e quello gestuale. Il primo svolge l'interpretazione dell'opera, il secondo la situa (tanto negli ordini storici che in quelli naturali) secondo la legge …

Precisazioni su ITALIA DE PROFUNDIS

C'è un punto in Italia De Profundis, un punto che sta nell'incipit, in cui accade una consecuzione di tre frasi, che pongono termine al primo paragrafo del libro: "Vedo l'Italia. Vedo me. Non sono io." Dal punto di vista metrico si tratta di un alessandrino - cioè un'unità. Da un punto di vista sintattico si …

Cristina Campo: fine della critica, analogia, figura

Salvatore Agresta (psicoterapeuta e saggista, di cui ricordo qui pubblicati il fondamentale intervento sul trauma e le osservazioni su Bion e la "testimonianza cieca" in Apocalisse con figure) mi segnala, con affetto impagabile, in merito al discorso sulla critica e sulla teoria della letteratura, un passo da Cristina Campo. E' interessante, ai fini del discorso …

Gramsci sul X canto dell’Inferno: ovvero, la critica in atto

Come si ragiona su un testo? In tanti modi. Avendo presenti idee e sentimenti di lingua, cioè di stile e retoriche, di forma, di struttura, di temi, di ombre inavvertite dell'implicito. Non concordo con una conclusione che sia una, tra quelle che Antonio Gramsci, in Letteratura e vita nazionale, trae esaminando il X canto dell'Inferno …