blog

June 11, 2015 at 03:54PM


Sono appena entrato in un bar e da quello uscito, avendo ingollato in fretta e furia un decaffeinato: sai com’è, il cuore. Tevez lascia la Juve per l’Atletico del Cholo. Piersilvio Berlusconi osserva che ha una passione per Ibra e che: “. E mio papà è un genio.”, mentre Mr. Bee sul suo profilo Instagram ha postato una foto di Nelson con Galliani sull’aereo che lavorano insieme. Comunque alla tv accesa c’è un incrocio tra Dario Baldan Bembo com’è oggi e Christian com’è oggi: è infatti Christian com’è oggi. Canta “Daniela” in un pubblico rosacipria di Rete4, si è rimpicciolito allargandosi e poi arriva Salvo Sottile che dice che anche lui è un siciliano. A vedere il mesto spettacolo, il quale mi sovreccita, mentre sono già scottato ai 5/6 del caffè ma decaffeinato, sono due avventori: una donna assisa su un sediolino, ignorata dalla proprietaria cinese, ricchissima di crescina dei capelli tinti colore inimmaginabile marrone di tutte le terre intorno a Siena, occhiali a specchio con montatura di un carapace strappato a una tartaruga viva, maculata di colori di tessere di carapace di vivente nel vestitino di acrilico messo a durissima prova dal debordare delle carni, in transizione verso la morte come tutte le carni, mentre sventola un ventaglio fatto di montatura di occhiali tartaruga e corrugato di pelle di tartaruga che è morta; e insieme a lei un tizio, gonfio di stress, bovinoide nello sguardo inebetito, sgradevole nella voce afona bronchiale delle sigarette Chesterfield rosse meno di un pacchetto al giorno perché, sai com’è, il cuore. L’imbecille appena descritto inizia un dialogo a cui assisto tra l’ebbro e L’ombroso:
“Cazzo, ma trent’anni e ancora canta questo qui”.
“Più di trent’anni!” dice matronale noncurante delle folate che si procura col ventaglio dei Ming regnanti in Apulia.
“Ma no!, sono trent’anni…”
“E che cazzo, non lo so io? Mia nipote si chiama come la canzone per merito suo: Daniela! Ce ne ha trent’anni, mia nipote!”
“Eh, ma quello lì era sposato con Dora Moroni, che Corrado uccise in un incidente di macchina”.
“Ma no!, che è uscito pazzo? E’ viva Dora Moroni!”
“Non fece l’incidente di Corrado?”
“Sì, ma morì Corrado, non Dora Moroni. Si sono sposati, con Christian, hanno fatto un figlio, tutto a posto, poi si sono separati diciotto anni fa”.
“Sua nipote Daniela come sta?”
“Bene, tutto a posto”.
“Ha avuto un figlio tutto a posto?”
“Sì, ma si è separata”.
“E’ colpa di “Christian, secondo me”.
“Ehià!, Lei la sa lunga, AHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHA”.
E’ stato in quel momento che la cinese ha inviato dentro il lavandino un ventilatore bianco di plastica di un unico pezzo stampato in tre D e ha detto: “Funziona più” ha detto, ma non è vero.
“Quanti gradi ci sono” fa il gonfiore maschile con la faccia di ventresca e già una minerale gassata nella mano sinistra, roteando la cornea sopra l’incipiente occhiaia.
“29”.
“40, ce ne sono, puttana la miseria!” ha esclamato l’apula matrona, mentre Salvo Sottile congedava Christian che era diventato alto 1,21m in questi anni.
Allora sono rientrato a scrivere le mail di lavoro e “BAMBI” e ho trovato infilato dentro la casella della posta cartacea stipata (arrivano le tasse!, dove sono tutte le dichiarazioni di pagamento?) un libro della Rizzoli e l’ho gettato nel bidone di plastica bianca della carta e adesso sono qui.

da Facebook http://on.fb.me/1JMuxIL

Annunci