Una poesia: “Lo spirito ritorna nei territori”

Una poesia aritmica e sgradevole contemporanea di me:

LO SPIRITO RITORNA NEI TERRITORI

Contemplare scorrere vivere e facile
gesto la corona incrostata
pietre dure
arriva a fare azione immune senza barbarie
o le mummie faraoniche
crepitarono nei millenni
fatti di tumide ossa
sbriciolate a moda dei loro papiri, con fatica la proda
è infine il fondo inferiore
il sarcofago
la violenza
dello strappo è
i tuoi dentini nel buio
una piccola sorella di realtà
dove venerare le scelte, moltitudini, e uno strappo
dove cosa povera fu
infinita arroganza, materia quindi devastazione
quindi conchiglie perle pietre dure