blog

April 08, 2015 at 07:13PM


Matteo Salvini è il fascismo e, quindi, non deve passare e non c’è modo che passi. Avevo partecipato, anni fa, a #rogodilibri, una campagna contro leghisti veneti nelle istituzioni, che intendevano bruciare libri di scrittori cosiddetti libertari (mi chiedo quale autentico scrittore non sia libertario). Partecipai anche alla campagna contro l’allucinante ondata che urlava alla cacciata dei “romeni”, rei di stuprare tutte le donne italiane, ma inesistenti dal punto di vista lessicale: era un’espressione incredibile, che nasceva dalla fusione neonazista di rumeni e rom. Oggi il neocatecumentale Salvini utilizza il lessico neonazista: la storia si ripete, la farsa che si ripete è una tragedia. Egli dice che bisogna “radere al suolo” i campi nomadi. Gli risponde su Twitter, esattamente come si deve rispondere, l’assessore al Welfare Pierfrancesco Majorino, che Repubblica riprende, opportunamente. Ci tengo a ringraziare il mio assessore, che ricorda quello che c’è da ricordare: non tanto che la Lega ha una gravissima responsabilità, circa quei campi e la mancata politica di integrazione, bensì che i fascisti non passeranno mai.

da Facebook http://on.fb.me/1Cgdp7G

Annunci