Questo che vivo

Questo che vivo è simile alla considerazione che:

Una immagine della mia esistenza potrebbe essere un’asta priva di una qualunque utilità, incrostata di brina e di neve, piantata storta nel terreno, in un campo rivoltato a fondo, ai limiti di una pianura immensa, in una notte buia di inverno.

e però anche è come potessi dirmi, ma con intensità emotiva in eccesso:

Non è necessario che tu esca di casa. Rimani al tuo tavolo e ascolta. Non ascoltare neppure, aspetta soltanto. Non aspettare neppure, resta in perfetto silenzio e solitudine. Il mondo ti si offrirà per essere smascherato, non ne può fare a meno, estasiato si torcerà davanti a te.

, ma sarebbe da comprendere che:

Chi è amareggiato per la natura del mondo, quindi, non sa che cosa stia facendo e fino a che punto arrivi la sua sfrontatezza. Ignora il procedere armonico delle cose – dalle prime alle seconde alle terze a quelle successive, fino alle cose ultime. Non si deve quindi sminuire la considerazione di stati dell’essere risultano successivi ad altri, ma accettare con equanimità la natura di tutti gli esseri, a principiare da se stessi, opera questa ultima assai difficoltosa da realizzare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: