blog

May 05, 2015 at 06:49PM


Il volto: soprattutto il volto. Quella insensibilità e insensatezza della carne, quella scansione oculare di un’orizzonte che non c’è, quell’autoincantamento presente eppure paraschizoide, quell’isolamento nella parola. Non mi interessa quello che dice, ma come si manifesta. Il bimbominkia della manifestazione bordello facciamolo, insomma, mi interrogherebbe, se non mi avesse già interrogato. Ne “La vita umana sul pianeta Terra” (per vederne il Pinterest: http://bit.ly/1GMNFBr) ho incluso questa fisionomia e parte di questa strana antropologia nella categoria de “gli Informatici”. Poi mi dicono che ho scritto un libro su Breivik o sul male o la autofiction.

da Facebook http://on.fb.me/1Ra9VNZ

Annunci