Preparazione a L’Uomo Temporale

leopardicadavere2.jpg
Per il momento è soltanto una segnalazione. Il sottoscritto e il regista Carlo Arturo Sigon stanno lavorando a un’installazione che verrà proposta, su grande schermo, durante un’importante celebrazione in teatro dedicata a Giacomo Leopardi e alle Operette Morali. L’installazione verterà invece su micropassi dalla Zibaldone e si intitolerà L’Uomo Temporale. Tra i passi citati, il più lungo è il seguente, che torce l’interpretazione abusata del Leopardi nichilista, verso un Leopardi ancora inindagato, quello che metabolizza fonti orientali e per il quale naufragare non è il Nulla e nemmeno questo mare lo è.
“Vita tranquilla delle bestie nelle foreste, paesi deserti e sconosciuti ec. dove il corso della loro vita non si compie meno interamente colle sue vicende, operazioni, morte, successione di generazioni ec. perchè nessun uomo ne sia spettatore o disturbatore nè sanno nulla de’ casi del mondo perchè quello che noi crediamo del mondo è solamente degli uomini“.
[Zib., 55]