Béla Tarr e il libro atro

Il prossimo libro, approssimativamente esattamente, lo faccio in questo modo. Poi, se non piace, pace & amen. Chissà se Béla Tarr si preoccupa se i suoi film *piacciono*. Secondo me, no. Che l’autunno del patriarca sia l’inverno del nostro scontento è una verità del mio tempo a cui non mi sento di aderire. Brucino tutti i quadri, divengano carbone le torce, tornino a vivere pietrificati i corpi, che l’atmosfera si addensi di metano!: si va di lì…